PARADISMO

"La punizione del saggio che rifiuta di prendere parte al governo

è di vivere sotto il governo di uomini peggiori di lui"

 

Platone

Se tutti gli esseri umani s'impegnassero veramente, sarebbero necessari solo alcuni anni affinché l’umanità si ritrovi libera dall'obbligo di lavorare. È sufficiente far cooperare tutte le capacità tecniche, scientifiche ed umane - in un meraviglioso slancio di solidarietà – per ottenere la liberazione dell'umanità. Infatti, se si lavorasse per l’intera comunità e per il suo benessere, utilizzando i fondi che sono oggi sprecati per scopi militari o per interessi particolari, si potrebbe liberare ogni essere umano dalle contingenze materiali.

 

Abbiamo computer, tecnologie e robot che possono benissimo rimpiazzare la mano d’opera umana. Per farlo, bisogna mettere questi mezzi davvero al servizio dell'umanità e non ad esclusivo vantaggio di pochi. Insieme potremmo, nel giro di qualche anno, costruire un mondo completamente diverso.

 

Ora però bisogna agire in fretta prima che accada una possibile catastrofe. Dobbiamo salvare questa Umanità, salvarla dalla follia di coloro che la governano e che non hanno saputo prevedere niente, perchè governare significa prevedere. Ci attende un futuro fantastico, che ci crediate o no, purché ci siano saggezza e amore a guidare l’umanità.

I principi

 

Il Movimento per il Paradismo è nato per trasformare la società di oggi. Una società che non si basa sull’intelligenza e sulla giustizia e che non garantisce quella sicurezza e quei bisogni fondamentali per ciascun essere umano. Il Movimento fa così riferimento alla “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani” che, per ora, è la sola ad indicare "il rispetto per la vita e la dignità di ogni essere umano", "la pratica della nonviolenza attiva", "la difesa della libertà", "la condivisione delle risorse intellettuali, scientifiche e materiali", "la promozione di una produzione e un consumo responsabile, rispettoso degli equilibri ecologici", "il rispetto delle differenze religiose, culturali e filosofiche".

 

Al punto in cui siamo, una rivoluzione appare inevitabile, in quanto sembra non esserci una linea valida per risolvere problemi, tensioni e difficoltà che attanagliano la maggior parte degli esseri umani nel mondo. E’ in questa situazione - così cupa e infelice - che noi del Movimento per il paradsimo, con umiltà e spirito amorevole, cerchiamo di porre delle basi affinché la differenza di razze, culture e religioni sia da stimolo per una fratellanza e coesione sempre maggiore e non sia causa di sofferenza, divisione e violenza. Situazione terribile che i leader politici, economici e religiosi aggravano sempre più per incapacità, opportunismo ed egoismo.

 

Il Movimento per il Paradismo tenta pertanto di costruire un futuro migliore, cercando di riflettere, realizzare idee e contribuire allo sviluppo del progresso economico, sociale, scientifico, culturale, religioso e umanitario.

 

Il capitalismo è sbagliato, perché asserve l'uomo al denaro e al profitto di alcuni a scapito degli altri. Anche il comunismo è sbagliato, perché dà più importanza all'uguaglianza che alla libertà. Ci deve essere uguaglianza fra gli uomini tra loro all'inizio, alla nascita, ma non dopo. Se tutti gli uomini hanno diritto ad avere di che vivere decentemente, quelli che fanno più degli altri per i propri simili,  hanno diritto ad avere più di coloro che non fanno niente per la comunità. Questa, evidentemente, è una regola provvisoria, in attesa che l'uomo sia capace di far compiere tutte le incombenze a dei robot per consacrarsi unicamente al proprio sviluppo personale, dopo avere soppresso totalmente il denaro.

 

Secondo la nostra logica, è necessario realizzare un mondo più umano, più equo e più giusto.  Amore, Giustizia, Uguaglianza e Fratellanza sono valori che dovrebbero appartenere ad ogni essere umano che possiede una coscienza, eppure sembrano purtroppo mancare a molte persone.

 

Ecco perché abbiamo deciso di mettere le nostre risorse, logistiche ed umane, per un progetto che propone la salvaguardia dell’umanità e del nostro pianeta. Tutti possono aderire e contribuire a sviluppare una società più giusta, inizialmente attraverso la presa di coscienza, la messa in pratica e la diffusione dei valori umanitari contenuti nella  Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.


C'impegnamo a:

 

Realizzare un governo che sia effettivamente al completo servizio della comunità

 

Mantenere alta la qualità della vita, della salute e della dignità di tutti gli esseri umani, assicurandone altresì ogni diritto

 

Eliminare tutte le disuguaglianze sociali

 

Garantire vitto alloggio ed altri beni di prima necessità a tutti, indipendentemente dal paese di origine, razza, cultura, religione ed orientamento sessuale

 

Provvedere alla graduale eliminazione del lavoro e del denaro fino alla loro scomparsa (con lo sviluppo tecnologico e robotico la produzione e la distribuzione dei prodotti verranno effettuati dalle macchine)

 

Incentivare lo sviluppo personale, psicofisico e sessuale, incremento delle attività ludiche

 

Contribuire alla mobilitazione della coscienza collettiva per creare un clima pubblico più sereno attraverso attività educative e ricreative

 

Sollecitare menti capaci alla creazione di un governo mondiale che garantisca stabilità economica e pace globale fino alla totale scomparsa del lavoro e del denaro

 

Concentrare, attraverso uno sforzo comune, tutte le risorse disponibili per incrementare la ricerca scientifica. La scienza deve essere usata per servire l’uomo e per liberarlo, e non per distruggerlo e alienarlo. La scienza ci farà vivere il più grande sogno dell'umanità - il sogno di un paradiso


Tuttavia, si dovrà procedere per tappe. In Italia, sono state individuati degli obiettivi a breve, medio e lungo termine. Solo in un secondo momento, si potranno concretizzare le proposte che condurranno al Paradismo.